post

L’Apulia Trani segna nei minuti di recupero: per il Chieti Calcio Femminile un pareggio che sa di beffa

La vittoria per il Chieti Calcio Femminile sfuma nei minuti di recupero al Campo “Don Uva” di Bisceglie : le neroverdi, avanti grazie ad un eurogol di Scioli al 40′ del secondo tempo, subiscono la rete del pareggio dell’Apulia Trani al 46′ da Sibilano.
Un vero peccato visto l’andamento della partita: la squadra di mister Lello Di Camillo, apparsa sempre più in crescita, ha messo in mostra un buon calcio su un campo impraticabile sul quale era praticamente impossibile giocare la palla a terra. Sarebbero stati tre punti d’oro vista la classifica, ma, come detto, la prestazione lascia ben sperare in vista delle prossime due partite, altri scontri diretti per la corsa alla salvezza contro il Potenza in trasferta e il Vapa Napoli in casa.
Mister Lello Di Camillo deve fare a meno dello squalificato capitano Giada Di Camillo, la fascia va dunque per l’occasione a Benedetti che risulterà a fine gara fra le migliori del match.
In campo dal primo minuto Di Sebastiano e Coscia.
Il Chieti parte subito forte e al 4′ Vukcevic offre un pallone d’oro a Di Sebastiano che angola di un soffio il suo diagonale. Tre minuti dopo è Scioli a provare la via della rete a seguito di un corner, ma Sasso blocca il pallone con sicurezza. Al 14′ Sasso viene chiamata di nuovo in causa da un insidioso calcio di punizione di Vukcevic: il portiere di casa blocca in due tempi.
Ancora Vukcevic ci prova direttamente da calcio piazzato al 27′, palla alta.
Al 33′ grande intervento di Falcocchia, bravissima ad ipnotizzare Dibenedetto presentatasi sola davanti al portiere neroverde.
Un minuto dopo episodio molto dubbio in area pugliese: Sasso esce a vuoto, la palla la scavalca e viene toccata di testa da Benedetti finendo in rete, ma l’arbitro annulla per una presunta carica sul portiere da parte del capitano neroverde. L’ultima occasione del primo tempo è ancora per le neroverdi sempre con Benedetti anticipata dall’uscita tempestiva di Sasso.
Si va al riposo a reti inviolate.
La ripresa si apre nel segno del Chieti che sfiora il gol al 2′ con Benedetti che non riesce ad agganciare al meglio il pallone in piena area su suggerimento di Gangemi.
Un minuto dopo Scioli ha la grande occasione per portare le neroverdi in vantaggio, ma fallisce il gol da buona posizione.
Al 13′ è ancora Scioli, in piena area, a non sfruttare una buona opportunità su un’invitante palla centrale di Gangemi mettendo a lato di un soffio.
La combattiva e mai doma Benedetti recupera caparbiamente un buon pallone sulla fascia, ma poi tira a lato al 16′. Al 24′ si infortuna Libutti e lascia il posto a Di Domizio.
Un minuto dopo le padrone di casa si rendono pericolosissime con Dibenedetto che appena entrata in area lascia partire un tiro che dà l’effetto ottico del gol con il pallone che colpisce invece l’esterno della rete.
Un’indomita Vuckevic lascia partire un improvviso tiro al volo dalla distanza al 31′, Sasso si salva in due tempi. L’Apulia risponde con una punizione di Delvecchio che finisce alta di un soffio al 33′.
Al 40′ il Chieti passa in vantaggio con un capolavoro balistico di Scioli che beffa Sasso, sorpresa fuori dai pali, con un pallonetto millimetrico da fuori area che si infila sul palo lontano.
Sembra ormai fatta, ma la beffa arriva al 46′ quando l’Apulia Trani batte una punizione, il pallone passa in mezzo alla difesa neroverde e finisce sui piedi di Sibilano che si gira bene e mette dentro segnando la rete del definitivo 1-1. Il Chieti recrimina per una vittoria che è sfumata sul finale, ma può e deve guardare con fiducia alle prossime partite decisive per poter risalire la classifica.
Tabellino della partita:
Apulia Trani – Chieti Calcio Femminile 1-1
Apulia Trani: Sasso, Del Vecchio, Manzi, Saltarelli (14′ st Spallucci), Cottino (49′ st Spinosa), De Marinis, Ventura (14′ st Rucci) , Mariano (49′ st De Musso), Dibenedetto, Racioppo, Sibilano.
A disp.: Anelli, Calabrese, Di Nunno, Lopetuso, Amorese.
All.: Preziosa Francesco.
Chieti Calcio Femminile: Falcocchia, Di Santo, Benedetti, Vukcevic, Libutti (24′ st Di Domizio), Di Sebastiano (35′ st Forcella), La Mattina, Gangemi, Scioli, De Vincentiis, Coscia.
A disp.: Colecchi, Lacentra.
All.: Di Camillo Lello.
Arbitro: Esposito di Ercolano
Assistenti: Di Muzio e Sciotti di Foggia
Reti: 40′ st Scioli, 46′ st Sibilano.
Ammonite: Di Santo (C), Manzi (T)

Le impressioni post partita di Samantha La Mattina:
“Non doveva arrivare quel gol, bisognava vincere, ma ora possiamo solo andare avanti.
La squadra è in crescita: abbiamo sofferto un po’ l’assenza del nostro capitano Giada Di Camillo cercando di fare del nostro e la prestazione è stata positiva.
Normalmente nel calcio si dice che chi non segna poi prende un gol, noi abbiamo segnato ma poi abbiamo anche subito la loro rete. Ci sono state altre occasioni per noi e se le avessimo concretizzate a quest’ora non staremmo a parlare di un pareggio, ma di una bella vittoria e tre punti portati a casa che per noi sarebbero stati d’oro.
L’atteggiamento è stato subito molto propositivo da parte di tutte noi nonostante il campo fosse impraticabile. Abbiamo dato il meglio, è stato un pareggio assurdo, ma il calcio è così: bisogna accettarlo e guardare con fiducia ai prossimi impegni. Dobbiamo migliorare e non ripetere gli errori commessi. Credo che se il campo fosse stato diverso avremmo fatto più gioco decisamente. Giocare la palla a terra era impossibile: rimbalzava tantissimo, sembrava che fosse quasi telecomandata. Abbiamo messo in campo tanto cuore lottando e dando il massimo.
Sul loro gol forse si poteva fare qualcosina in più per evitarlo, abbiamo abbassato un po’ la guardia perché venivamo dal nostro gol e abbiamo pensato probabilmente che la partita fosse finita lì. Secondo me è stato dato qualche minuto di recupero in più, ma anche questo fa parte del gioco e non possiamo troppo recriminare. Ci aspettano ora delle partite alla nostra portata. Contro l’Apulia abbiamo ascoltato i consigli del mister ancora più di altre volte giocando con maggiore serenità, cercheremo di fare altrettanto anche in questa settimana di avvicinamento alla partita con il Potenza e vediamo se i sacrifici che stiamo facendo daranno buoni frutti.
Io sono convinta di sì perché stiamo senza dubbio crescendo e voglio essere positiva”.
post

Giulia Forcella: “Non temiamo l’Apulia Trani e vogliamo fare risultato”

Il Chieti Calcio Femminile è finalmente tornato alla vittoria domenica scorsa contro l’Aprilia Racing Femminile a riprova della costante crescita della squadra nelle ultime uscite ufficiali.
Le neroverdi sono attese dalla trasferta contro l’Apulia Trani, formazione che le precede in classifica di soli 2 punti.
Giulia Forcella è una delle giovanissime ragazze sul quale quest’anno Mister Lello Di Camillo ha deciso di puntare. Attaccante agile e veloce, quando è stata chiamata in causa ha sempre dato un grande apporto alla squadra.
“Già contro il Sant’Egidio si erano visti dei buoni passi in avanti – esordisce Forcella – abbiamo centrato un pareggio rientrando negli spogliatoi con un po’di rammarico per non essere riuscite a conquistare i tre punti, ma anche con la consapevolezza di essere una buona squadra e di poter fare tanto. Non meritiamo occupare questa posizione di classifica a mio giudizio.
Nell’ultimo match contro l’Aprilia avremmo potuto segnare anche più reti, ma è stata una buona prestazione da parte di tutte le ragazze. Non ho giocato, ma ho visto che la squadra è rimasta concentrata e ha giocato bene, c’è stata un po’ di paura nel finale con qualche disattenzione, ma le ragazze sono rimaste calme e hanno portato a casa la vittoria. Era il momento giusto per tornare a prendere i tre punti perché sopra noi ora abbiamo delle squadre a poca distanza”.

Il Chieti è atteso ad una serie di partite che saranno fondamentali per risalire la china. Ne è consapevole Forcella che in proposito afferma:
“Contro l’Apulia Trani sarà un altro scontro diretto. È una partita alla nostra portata che giocheremo alla pari: vincerà chi darà il meglio in campo. Non temiamo le nostre prossime avversarie: dovremo giocare con la maggiore concentrazione possibile. Il morale della squadra è alto dopo l’ultima vittoria. Dovremo poi affrontare il Potenza che è ultimo e anche lì potremmo prendere punti che ci permetterebbero a risalire ulteriormente in classifica”.
Le neroverdi hanno vissuto un girone di andata abbastanza tormentato con assenze importanti in squadra dovute a infortuni ed altre motivazioni che ne hanno condizionato il cammino, ma ora le cose sono cambiate come sottolinea Forcella:
“Siamo in crescita: sono tornate Vukcevic e Libutti e sono arrivati punti importanti anche grazie al loro grande contributo. Sono fiduciosa che potremo fare bene: ci stiamo allenando al meglio e costantemente, vogliamo abbandonare presto la zona bassa della classifica. Dobbiamo riprenderci i punti persi nel girone di andata. Ora che sono tornati elementi importanti in squadra le cose vanno decisamente meglio e già nelle ultime partite abbiamo giocato con un altro spirito e preso punti importanti dunque c’è fiducia per il girone di ritorno.
La rosa è molto giovane. All’inizio del campionato forse non eravamo pronte per affrontare alcune squadre, però il costante allenamento ci ha permesso di migliorare, ora c’è maggiore amalgama fra tutte noi, il gruppo è sempre più unito. Siamo più consapevoli dei nostri mezzi e possiamo sicuramente riprenderci”.
Giulia Forcella conclude parlando della sua esperienza in questo campionato.
“Sono molto contenta perché il Mister sta dando molta fiducia alle più giovani. Non mi aspettavo di giocare tutte queste partite. Posso solo migliorare grazie ai consigli che il mister dà a tutte noi, ci segue tantissimo. Se andrò in campo contro l’Apulia Trani darò il massimo. Sono tornata a giocare da circa un anno, sono soddisfatta del mio cammino, ma posso dare ancora di più e mi aspetto tanto da me stessa”.
post

Due magie di Vukcevic regalano tre punti importantissimi al Chieti Calcio Femminile

Il Chieti Calcio Femminile torna alla vittoria dopo tanto tempo grazie a due magie di Vukcevic e apre al meglio il 2019: le neroverdi battono l’Aprilia Racing Femminile 2-1 sul Campo “Sant’Anna” giocando una partita attenta con grande concentrazione e grinta.
La squadra di mister Lello di Camillo rischia un po’nel rocambolesco finale quando si complica le cose con l’espulsione per doppia ammonizione di Giada Di Camillo e il gol delle ospiti, ma riesce comunque ad agguantare una vittoria fondamentale che regala morale a tutto l’ambiente in vista dei prossimi impegni che saranno importantissimi per risalire la classifica che ora vede Vukcevic e compagne ad 8 punti a soli 2 dalla tre che viaggiano a 10 (Aprilia Racing, Apulia Trani e Vapa Napoli).
In campo dal primo minuto Libutti, finalmente recuperata: positiva e molto generosa la sua prova alla fine. Fa la differenza però una maestosa Vukcevic che prende per mano le compagne, segna due reti, ne sfiora altre due, costruisce tanto gioco, recupera palloni: tre gol in due partite giocate per lei.
La cronaca si apre al 7′ con la prima sortita in avanti di Vukcevic che viene anticipata dal portiere Guidobaldi in disperata uscita.
Ancora la scatenata giocatrice neroverde fa capire subito di essere in giornata di grazia mettendo un pallone d’oro al centro per Scioli che cerca di stoppare a centro area, ma non lo fa nella maniera giusta e la sfera finisce fra le braccia di Guidobaldi.
Al 13′ il Chieti trova il meritato vantaggio: lancio filtrante di De Vincentiis per Vukcevic che sferra un preciso tiro che non lascia scampo a Guidobalbi fra l’esultanza dei sostenitori neroverdi.
L’Aprilia prova a reagire e sfiora il pareggio quando al 16′ Maiorca scheggia la traversa su punizione.
Al 19′ è però di nuovo il Chieti a rendersi pericolosissimo quando Vukcevic pesca bene Giada Di Camillo il cui tiro di prima intenzione viene sventato da Guidobaldi, il pallone arriva fra i piedi di Scioli che, da posizione favorevolissima, mette incredibilmente a lato.
Al 27′ la stessa Scioli colpisce la parte alta della traversa con un tiro-cross dalla fascia.
Alla mezzora si invola sulla corsia di destra Giada Di Camillo, mette al centro per Vukcevic che tira benissimo, ma è grandissima la risposta in tuffo di Guidobaldi che evita il raddoppio.
Al 31′ una girata al volo di Galluzzi viene bloccata con sicurezza da Falcocchia.
Non succede più nulla fino al termine del primo temo che si conclude sull’1-0 per le padrone di casa.
La ripresa si apre con il ritorno in campo di La Mattina che sostituisce al 2′ Colecchi.
Al 13′ un rimpallo in area neroverde genera una situazione pericolosa prontamente sventata da Falcocchia in uscita. Tre minuti dopo la stessa Falcocchia blocca il calcio di punizione di Galluzzi.
Al 17′ un’ottima intuizione di Giada Di Camillo favorisce Vukcevic che tira a botta sicura e solo un miracolo di Guidobaldi evita il peggio all’Aprilia.
Il raddoppio è però solo rimandato di qualche minuto: al 23′ l’azione sembra ripetersi con il capitano che pesca Vukcevic bravissima a segnare con un diagonale chirurgico a fil di palo.
Al 25′ gran tiro da fuori area di Bassotti sul quale Falcocchia riesce a mettere in angolo.
Sul conseguente corner l’Aprilia accorcia le distanze con Croce brava ad anticipare di testa Falcocchia in uscita.
Al 32′ il Chieti va vicino alla terza marcatura con Libutti che, appena entrata in area, cerca di beffare Guidobaldi con un tocco sotto, ma il portiere ospite non si fa sorprendere.
Al 35′ viene espulsa Giada Di Camillo per doppia ammonizione, un vero peccato per il capitano fino ad allora la solita guerriera in campo.
Due minuti più tardi è Scioli a sfiorare il gol con un gran diagonale sul quale è di nuovo brava Guidobaldi a distendersi.
A due minuti dal termine un’imprendibile Vukcevic prova il numero della giornata: vede Guidobaldi fuori dai pali e tenta di beffarla dalla lunghissima distanza, ma il pallone finisce di un soffio a lato, sarebbe stato un gol da cineteca.
Si chiude così il match: il Chieti porta a casa una vittoria importantissima e festeggia sotto la tribuna con i tifosi.
Tabellino della partita:
Chieti Calcio Femminile – Aprilia Racing Femminile 2-1
Chieti Calcio Femminile: Falcocchia, Di Camillo Giada, Di Santo, Benedetti, Vukcevic, Colecchi (2′ st La Mattina), Libutti, Gangemi, Scioli, De Vincentiis, Di Domizio.
A disp.: Di Sebastiano, Lacentra, Forcella.
All.:
Aprilia Racing Femminile: Guidobaldi, Colli, Cusella, Di Federico, Croce, Bassotti, Maiorca, Djokoho (15′ st Vittori), Galluzzi, Messore, La Schiazza.
A disp.: Campanelli, Bianciardi.
All.: Bianchi Fabio.
Arbitro: Manzo di Torre Annunziata
Assistenti: Nunziata di Sulmona e De Martino di Vasto
Reti: 13′ pt e 23′ st Vukcevic, 25′ st Croce.
Ammonite: Di Domizio (C), Maiorca e Vittori (A)
Espulsa: Giada Di Camillo per doppia ammonizione.

Le impressioni post partita di Alessandra Gangemi:
“È stato importantissimo tornare alla vittoria. Per noi fondamentale il ritorno di Vukcevic in squadra soprattutto in fase d’attacco: prima costruivamo le azioni arrivando davanti alla porta, ma senza concretizzare perché ci mancava un punto di riferimento. Sul 2-0 avremmo potuto e dovuto chiudere la partita segnando almeno un’altra rete, però non ci siamo riuscite.
Anche nel primo tempo il punteggio sarebbe potuto essere più largo e così non è stato.
Abbiamo poi preso anche un gol complicandoci la vita.
La squadra è in crescita: le ragazzine ci stanno dando un ottimo apporto, faccio i complimenti ad Alisia De Vincentiis che è stata molto brava, ha fatto anche l’assist di uno dei gol salvandone anche un paio.
Segue bene i consigli del mister e quelli nostri. Abbiamo recuperato finalmente Samantha La Mattina e Laura Libutti dunque la squadra torna ad essere quella di qualche mese fa.
Domenica prossima ci aspetta la trasferta a Potenza: può sembrare una partita facile, ma dobbiamo assolutamente mantenere al concentrazione giusta come fatto con l’Aprilia.
Ci sarà poi il derby con il Pescara. Dobbiamo disputare un ottimo girone di ritorno visto come è andato quello di andata nel quale però siamo riuscite a reggere nonostante le assenze e gli infortuni, ora però non abbiamo più scuse perché torniamo ad essere al completo, sta a noi dimostrare di esserci”.
post

Giorgia Colecchi: “Contro l’Aprilia Racing un solo obiettivo: fare risultato!”

Torna il campionato dopo la pausa natalizia. Domenica 13 gennaio il Chieti Calcio Femminile affronterà l’Aprilia Racing Femminile in casa sul Campo di Sant’Anna.
La formazione laziale ha 10 punti in classifica dunque per le neroverdi, che viaggiano a quota 5, sarà d’obbligo cercare una vittoria che potrebbe rilanciarle nella corsa alla salvezza.
Giorgia Colecchi è una delle giovani che Mister Lello Di Camillo sta valorizzando quest’anno seguendo la linea della società di guardare anche al futuro con un mix di alcune giocatrici esperte al fianco di ragazzine alla prima esperienza in un campionato importante come la Serie C.
La giocatrice neroverde ha iniziato a giocare a calcio nel 2016 proprio nel Chieti Calcio Femminile partecipando al campionato di serie C regionale. Ha poi continuato l’anno successivo fino ad arrivare in prima squadra per disputare la Serie C Nazionale.
Così Giorgia Colecchi analizza il momento della squadra in vista dell’importante impegno di domenica prossima:
“Ci siamo allenate tanto in modo costante sia nel periodo natalizio che in questo inizio di anno nuovo. Chi non era a Chieti lo ha fatto autonomamente a casa seguendo le precise istruzioni che il Mister ci ha dato a riguardo. La squadra è in buona forma, anche le infortunate pian piano stanno recuperando. Non conosco bene l’Aprilia, alcune nostre ragazze l’hanno già affrontata e mi hanno detto che è una buona squadra con alcuni elementi pericolosi che potrebbero darci fastidio, ma abbiamo parlato molto più del fatto che è forte, ma è decisamente alla nostra portata. Dobbiamo metterci la grinta giusta, non le temiamo. Sarà importantissimo fare risultato: è il nostro primo obiettivo perché ci servono assolutamente i tre punti”.

Il Chieti Calcio Femminile è atteso nelle prossime settimane da alcune partite che saranno fondamentali per il cammino in campionato, come spiega Colecchi che sottolinea anche l’importanza del recupero di alcune giocatrici fondamentali:
“La partita di domenica prossima è solo il primo di una serie di scontri diretti che dovremo affrontare contro squadre che sono appena sopra noi in classifica. Sono fiduciosa per il match con l’Aprilia, è nelle nostre corde, dobbiamo centrare una vittoria. Mentalmente siamo entrate nell’ottica di voler a tutti i costi i tre punti, ce la possiamo fare se giocheremo bene e faremo ciò che ci dirà il Mister. Abbiamo lavorato bene e stiamo recuperando, come ho già detto, delle ragazze importanti come Laura Libutti”.
Nelle ultime uscite si è vista una squadra che sta pian piano prendendo la consapevolezza di poter risalire presto la china.
“La squadra è in crescita – afferma con orgoglio Colecchi – Il ritorno di Vukcevic ci ha dato un’ulteriore spinta. Nell’ultima partita disputata contro il Sant’Egidio siamo scese in campo con più grinta. Venivamo da una brutta sconfitta, lei è rientrata e tutto è stato diverso: avevamo la voglia di vincere, poi è arrivato un buon pareggio che ci è servito per il morale.
Stiamo crescendo come gruppo. È molto importante tornare ad avere a disposizione l’intera rosa. Siamo migliorate molto soprattutto sotto l’aspetto mentale rispetto ad inizio stagione quando eravamo un po’ insicure: ora scendiamo in campo con più grinta e fiducia in noi stesse.
Ci conosciamo meglio e credo che ci sarà un’ulteriore crescita della squadra nei prossimi mesi”.
Mister Lello Di Camillo ha lavorato molto sull’aspetto mentale negli ultimi tempi per cercare di non avere quei cali di concentrazione che sono costati nelle scorse partite punti importanti lasciati alle avversarie di turno.
“Mantenere la concentrazione per tutti i novanta minuti: stiamo lavorando molto su questo aspetto durante gli allenamenti – rimarca Colecchi – Prepariamo insieme bene le partite non solo dal punto di vista fisico, ma anche mentale: ci sono le ragazze più esperte che consigliano le più giovani. Credo che la partita persa male contro la Ludos sia stato un episodio, ora vedo il miglioramento e penso si percepisca. Il punto preso contro il Sant’Egidio ci ha dato una scossa perché contro loro siamo scese in campo con un altro atteggiamento: sotto di un gol, siamo riuscite a raggiungere il pareggio avendo poi anche altre occasioni da rete e sfiorando la vittoria. questo dimostra la nostra crescita: non ci siamo abbattute, abbiamo reagito e trovato un punto importantissimo”.
Come altre giovanissime ragazze, Giorgia Colecchi sta avendo buone chance per dimostrare il suo valore durante questa stagione ed è molto felice di questo:
“Capisco ed approvo la scelta della società di puntare sulle giovani guidate da ragazze più esperte che conoscono questo campionato e sono nella squadra da tanto tempo. È un guardare al futuro facendo crescere le più piccole. Con tutte le ragazze mi trovo bene, conoscevo molte di loro già dagli anni passati e con le nuove arrivate c’è stata subito intesa. Sono molto concentrata sul mio campionato: mi alleno al meglio perché voglio dimostrare di essere una presenza sulla quale si possa contare nel momento in cui il mister mi chiami in causa. Penso di aver fatto delle prestazioni più o meno buone, magari ho avuto qualche partita no o ero in ansia in alcune occasioni essendo un campionato nuovo per me, però sono veramente contenta che il mister mi abbia dato questa possibilità di giocare. Penso che posso ancora crescere, migliorare e dare ancora di più”.