La capolista Napoli espugna l’Angelini

La capolista Napoli vince 4-0 all’Angelini contro il Chieti Calcio Femminile e consolida la prima posizione in classifica. Nulla hanno potuto le neroverdi contro lo strapotere delle campane che hanno capitalizzato al meglio alcuni errori di troppo della difesa di casa nella fase finale del primo tempo chiudendo di fatto il match e andando al riposo con un rassicurante 3-0.
Nella ripresa la squadra di mister Lello Di Camillo ha giocato meglio, ma ha poi subito la quarta rete nella fase conclusiva del match.
Si sapeva che sarebbe stata dura contro le campane e così è stato: le ospiti hanno messo in mostra buone trame di gioco, facendo spesso girare la palla con passaggi di prima mettendo così in crisi la retroguardia di casa.
Mister Lello Di Camillo deve fare a meno di Vukcevic, impegnata con la sua nazionale.
Le ospiti lasciano inizialmente in panchina Tammik, De Paula e Bannikova e devono rinunciare all’ultimo momento a Caiazzo infortunatasi nel riscaldamento prepartita, spazio dunque a Cutillo.
Il Napoli si getta in attacco sin dalle fasi iniziali del match. Al 6′ Di Biase interviene al volo su una punizione dalla fascia e mette alto. Al 19′ occasionissima per le ospiti: cross al centro di Asta, colpo di testa di Sibilio, Falcocchia compie un autentico miracolo deviando il pallone ed evitando il gol. Al 21′ gran tiro da fuori di Kubassova, ancora Falcocchia devia in corner.
Due minuti dopo il Chieti è pericoloso: indecisione di Del Pizzo che blocca la sfera in due tempi sulla punizione di Giada Di Camillo. Al 32′ Risina si divora una palla d’oro sparando alto da centro area. Il Napoli passa in vantaggio al 34′: la difesa neroverde rimane immobile sul calcio d’angolo di Russo lasciando colpevolmente Schioppo libera di staccare di testa e mettere in rete.
Al 42′ arriva il raddoppio delle campane con Sibilio brava ad approfittare di una corta respinta della difesa di casa e gonfiare la rete.
Allo scadere il Napoli trova la terza rete: lancio in avanti di Kubassova per Risina che fulmina Falcocchia in disperata uscita. Il primo tempo si conclude sul 3-0 per le ospiti.
La ripresa si apre ancora nel segno del Napoli che al 9′ sfiora la quarta rete con Kubassova: la giocatrice prova il gran tiro da fuori, ma Falcocchia è ancora una volta provvidenziale riuscendo a respingere il tiro.
Al 20′ lancio in avanti di Scioli per Di Sebastiano anticipata da Del Pizzo in uscita.
Al 29′ Tammik, entrata da poco in campo, si divora incredibilmente un gol già praticamente fatto: solissima a centro area prova a scavalcare Falcocchia con un lob, ma mette a lato.
Alla mezzora tiro da fuori di De Biase che finisce alto di pochissimo.
Il Napoli insiste e in un paio di minuti sfiora per due volte la quarta marcatura.
Prima Falcocchia anticipa bene in uscita De Biase, sull’azione successiva sul cross di Kubassova, la palla finisce a Russo che prova la deviazione in scivolata, ma mette fuori.
Al 39′ su un diagonale forte e preciso di Kubassova, Falcocchia ha un gran riflesso e riesce a toccare il pallone evitando il peggio.
Due minuti dopo il Napoli segna la quarta rete con Massa in dubbia posizione di offside su appoggio di Tammik. Finisce dunque 4-0 per il Napoli sempre più capolista.
Il Chieti domenica prossima è atteso da un altro difficile impegno a Roma contro la seconda della classe, il Grifone Gialloverde.
Tabellino della partita:
Chieti Calcio Femminile – Napoli Calcio Femminile 0-4
Chieti Calcio Femminile: Falcocchia, Di Camillo Giada, Di Santo, Benedetti, Colecchi (34′ st Coscia), Di Sebastiano, Gangemi, La Mattina, La Centra, Scioli, De Vincentiis. A disp.: Gritti, Moscatelli, Di Domizio.
All.: Lello Di Camillo
Napoli Calcio Femminile: Del Pizzo, Schioppo, Borrelli (11′ st Bannikova), Russo, Cutillo, Asta, Massa, De Biase, Kubassova, Sibilio (34′ st Moccia), Risina (24′ st Tammik). A disp.: Ruotolo, Caiazzo, De Paula.
All.: Geppino Marino
Arbitro: Grieco di Ascoli Piceno
Assistenti: Della Noce e Monticelli di Teramo
Marcatrici: 34′ pt Schioppo, 42′ pt Sibilio, 45′ pt Risina, 41′ st Massa

Le impressioni post partita di Antenisca Di Sebastiano:
“Siamo entrate in campo abbastanza concentrate, poi col passare del tempo la concentrazione è scesa. Diversi errori nel primo tempo sono costati i gol che hanno cambiato la partita.
C’è stato un calo mentale della squadra e sono arrivate le loro reti che potevano essere evitate e magari avremmo potuto anche mantenere il risultato. Abbiamo avuto anche occasioni per fare gol, un vero peccato.
Il nostro approccio mentale sbagliato alla gara ci ha fatto pensare troppo al fatto di giocare contro la capolista, una squadra molto forte e forse questo ci ha condizionato.
Loro sanno giocare bene, fanno girare la palla alla grande, lo hanno fatto vedere benissimo contro di noi. Nell’intervallo negli spogliatoi ci siamo incoraggiate a vicenda e nel secondo tempo siamo andate meglio giocando con più concentrazione. Potevamo sicuramente subire meno gol: ci può stare perdere 4-0 contro la capolista, però avremmo potuto limitare i danni ancor di più. Non vogliamo cercare scusanti per l’assenza di Vukcevic: chi va in campo ci crede sempre e comunque ed anche stavolta lo abbiamo fatto, ma purtroppo non è arrivato un risultato positivo. La classifica rimane sostanzialmente invariata visti anche i risultati degli altri campi.
Noi vogliamo risalire ancora, avremo nelle prossime giornate delle partite più alla nostra portata da poter sfruttare a nostro vantaggio, vogliamo puntare a vincere contro le nostre dirette concorrenti. Ci aspetta domenica prossima una partita difficile contro il Grifone: ce l’andremo a giocare. Se rimarremo concentrate nella giusta maniera e ci alleneremo bene questa settimana potremo fare bene. Vogliamo ritrovare la mentalità che avevamo avuto nelle ultime settimane ed è un po’ venuta a mancare contro il Napoli”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*